Barazzutti :tennis in crescita a Napoli

 

 

La visita : il Tecnico della Nazionale maschile e femminile incontra gli allievi del maestro Gianluca Zaccara al  tennis Paradiso in via Manzoni.

 

“Ci sono grandi speranze l’importante è andare avanti restando a ottimi livelli”


Corrado Barazzutti si è intrattenuto per una giornata intera sui campi in terra rossa del Tennis Paradiso in via Manzoni contribuendo all’organizzazione della tradizionale Festa di Natale ideata dal tecnico nazionale Gianluca Zaccara, suo amico personale con il quale condivide da tempo metodologie di allenamento per i giovani. Il tecnico della nazionale di Coppa Davis e di quella femminile di Fed Cup è sempre sensibile al richiamo di Napoli:

“Per me rappresenta una città particolare e fortunata. Al di la dei recenti successi in Coppa Davis contro il Cile e la Gran Bretagna di Murray, ottenuti anche grazie al sostegno determinante del pubblico, vengo a Napoli sempre con piacere sin da ragazzino quando a 16 anni giocavo i miei primi tornei importanti”.

Barazzutti segue con attenzione lo sviluppo del movimento tennistico giovanile. La Campania ha ottenuto nel 2014 ben 5 titoli italiani nelle varie categorie: “ E’ certamente un buon segnale e per me non è una sorpresa.”

La cosa più difficile è però quella di continuare a crescere restando ad ottimi livelli. Il tennis è uno sport particolare. A volte è lui che ti sceglie e ti coinvolge.

Da ragazzino giocavo al calcio ed anche bene. Poi la racchetta e la terra rossa si sono impadroniti di me e per fortuna non mi hanno più lasciato”.

Nemmeno il tempo di godersi le festività natalizie che Barazzutti si trasferirà in Australia per assistere alla prova dei 10 giocatori italiani impegnati nel primo Grand Slam del 2015: “Siamo una nazione importante nel panorama tennistico mondiale rappresentata da giocatori di grande qualità.

 

 

Mentre Barazzutti consegna coppe e medaglie  a tutti i presenti per il tradizionale torneo di natale , un allievo gli chiede di Fognini: “Quando stai per diventare tra i primi 10 giocatori più forti del mondo, (Barazzutti è stato numero 7 nel ranking del 1978) può accadere che tu possa attraversare un momento difficile. Fognini ha però le qualità giuste per riscattarsi subito e vivere da protagonista anche la prossima stagione”.

A proposito di Coppa Davis. Dopo aver sfiorato l’impresa con la Svizzera di re Federer, nella nuova edizione all’Italia è toccato il Kazakistan: “ E’ un incontro difficile ed impegnativo. Affronteremo a marzo 2015 una squadra fortissima in casa.

Si giocherà sul veloce ad Astana, ma ce la metteremo tutta per passare il turno”.

 

Gianluca Vigliotti

Fonte : il mattino

 

 

In bocca al lupo Capitano!